Giovanili

Fine settimana altalenante

Quello appena passato è stato un buon week end per le nostre squadre.
Domenica i giovani atleti della U13 Tiger hanno tentato di accedere alla qualificazione per le finali 1°-4° posto, che si giocheranno questa domenica presso la Tensostruttura AGSM Forum alle 14:00, ma purtroppo dopo una vittoria 3-0 contro Bovolone (15-6, 15-12, 15-9), non riescono ad eguagliare lo stesso risultato contro Volley Bussolengo che vince 2-1 (15-10, 15-6, 9-15) e  per un solo set non riescono nell’impresa e giocarsi insieme ai loro compagni della U13 Fox la finale del campionato Provinciale. La U14M, che è per metà composta dagli stessi ragazzi che fanno anche il campionato U13 3×3, continua a mietere vittorie nella fase primaverile del loro campionato, vincendo Domenica 3-0 contro Montorio (25-20, 25-11, 25-12) e sempre durante la settimana portano a casa, 0-3 anche la partita contro Albavolley (15-25, 14-25, 13-25)  ma subisce un leggero arresto nella fase regionale contro Massanzago 3-0 (25-11, 25-9, 25-17).

Buona invece la 2^Div. Young maschile che in casa del PSG Santa Croce vince 1-2 (25-15, 21-25, 25-27, 11-25) cedendo loro solo il primo set e dopo un terzo set combattuto punto su punto chiudono la partita al quarto set senza lasciare molto spazio agli avversari.
Abbastanza buone anche le partite delle due U16 anche se non riescono a portare la partita i parziali dimostrano una crescita per entrambe le squadre. La U16M di Coach Veronese strappa 2 set a Calzedonia Verona che vince 3-2 sul proprio campo (18-25, 25-18, 25-19, 21-25, 15-13)  anche la U16F di Coach Orlandi, con qualche novità tra i ruoli delle ragazze, non riesce a vincere con Polisportiva Sabbionese, che tra le mura di casa vince 3-0 (25-17, 25-14, 25-15).

Brutta sorte invece per le ragazze della 3^Div. Master guidate da Coach Carta che subiscono un brutale arresto sul campo di Ajace Lavagno, la squadra non è scesa in campo con la stessa concentrazione di sempre e cede quindi il passo ad un Lavagno che vince così 3-0 (25-14, 25-11, 25-13).

“C’è uno sport dove la palla bisogna passarla. Non per altruismo, per regolamento. C’è uno sport dove il campione, anche quello più forte al mondo, da solo non serve a niente. C’è uno sport dove la squadra è il valore assoluto. Dove solo la squadra ti permette di realizzare o meno i tuoi sogni. C’è uno sport dove si è costretti a muoversi in uno spazio ristretto: 81 metri quadrati, all’interno dei quali essere nel posto giusto o in quello sbagliato è una questione di centimetri che fanno vincere o perdere una partita, un campionato del mondo, una medaglia olimpica.”
(Andrea Anastasi)

Share

Leave a Reply